VISITE GUIDATE NOVEMBRE 2022


Domenica 27 - Vannozza, Fiammetta, Anna, Fillide, Lena: storie di cortigiane a Roma


Faremo una passeggiata nei luoghi in cui vissero alcune tra le più belle e famose cortigiane di Roma nel corso del XIV-XVII secolo. Da Campo de' fiori alla zona cosiddetta ‘dell'Ortaccio' (nei paraggi di Via della Scrofa in Campo Marzio) vi racconteremo le biografie e le storie legate a queste bellissime ed affascinanti donne 'conosciute' da cardinali, intellettuali, pittori e papi.

Vannozza Cattanei (1442-1518) fu amante di papa Alessandro VI Borgia; Fiammetta De Micaelis (1465-1512) fu una cortigiana sepolta in una chiesa! (Sant'Agostino) nella cappella poi 'occupata' dalla Madonna dei Pellegrini del Caravaggio, che fu amico ed amante delle 'rosse' Fillide Melandroni ed Anna Bianchini. Vi racconteremo anche della splendida Maddalena Antognetti, detta Lena...

Appuntamento: sotto la statua di Giordano Bruno in Campo de' fiori alle ore 15.

Vedremo dove si trovava la Locanda della Vacca, gestita da Vannozza e in seguito ci sposteremo a Campo Marzio.

Quota: 12 euro per i soci;

16 per i nuovi (tessera WelcRome 2022 inclusa nella quota).

Durata: 1h e 30'

 

Il numero dei posti è limitato e la prenotazione è OBBLIGATORIA con nome, cognome, numero di partecipanti ed un contatto telefonico alla nostra email:

romawelcrome@gmail.com oppure sms/whatsApp 329.7348424


Domenica 27 - Palazzo Altemps


Il Palazzo deve il suo nome al cardinale Marco Sittico Altemps (figlio di Clara de’ Medici e cugino di Carlo Borromeo), che lo acquistò nel 1568 scegliendolo come sua dimora privata in città.

Il cardinale ordinò un lungo restyling dell’edificio, facendosi realizzare un vero capolavoro architettonico. Nelle sale ornate da affreschi e intarsi, facevano bella mostra mobili antichi, sculture, tessuti pregiati, che arricchivano le collezioni d’arte esposte.

Oggi il Museo di Palazzo Altemps ospita capolavori assoluti di scultura antica appartenenti a collezioni nobiliari famose e di grande pregio pervenute in proprietà statale. L’allestimento punta a integrare – in una combinazione armonica – i marmi nel contesto decorativo delle sale, avendo in mente e riproponendo soluzioni adottate nella sistemazione delle raccolte antiquarie. Il percorso di visita, su due piani, svela una successione di sale decorate, un intrico di scale e corridoi che conducono di volta in volta alla scoperta di immense meraviglie dell’arte.

 

Appuntamento: alle 11 a Piazza di Sant' Apollinare 46

Costi: il biglietto di ingresso 10 euro

+

Quota: 12 euro per i Soci;

15 euro per i nuovi (che riceveranno la nostra tessera associativa per tutto il 2023).

Durata della visita: 1h e 45

Per partecipare:

via sms o WhatsApp al 347.1329196 (Paola) o tramite email: romawelcrome@gmail.com


Domenica 27 - La grande mostra di Van Gogh

E’ con piacere che vi proponiamo la prima data di WelcRome per la mostra temporanea delle opere di Vincent Van Gogh a Palazzo Bonaparte, che rappresenta sicuramente l’evento dell’anno.

La vita dell’artista è esposta attraverso 50 opere provenienti dal prestigioso Museo Kröller Müller di Otterlo che ci narrano la sua opera, oltre a tante testimonianze biografiche, ne ricostruisce la vicenda umana. Il percorso espositivo è cronologico e fa riferimento ai periodi e ai luoghi dove il pittore visse: da quello olandese, al soggiorno parigino, a quello ad Arles, fino a St. Remy e Auvers-Sur-Oise, dove mise fine alla sua tormentata vita.



Appuntamento: ore 13.10, a Piazza Venezia 5 davanti Palazzo Bonaparte

Per questo primo evento abbiamo un prezzo in promozione!

Costo totale di 25 euro che comprende, biglietto; visita guidata e auricolari

Per prenotare:

ENTRO E NON OLTRE IL 3 NOVEMBRE

Scrivere:

Whatsapp al 3471329196 (Paola)

o una email a: romawelcrome@gmail.com


Sabato 26 - Visita guidata ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina

I Musei Vaticani contengono un’enorme collezione di antichità e opere d’arte, raccolte nel corso dei secoli dai Papi.

Inizieremo la visita dal Cortile della Pigna poi vedremo il Museo Pio-Clementino, splendida collezione di statue greche e romane. Il tour continuerà con la visita della Galleria dei Candelabri, della Galleria degli Arazzi e della Galleria delle Carte Geografiche. Infine ammireremo gli ambienti affrescati da due dei massimi geni del Rinascimento, le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina di Michelangelo.

 

L’appuntamento è alle ore 13 a via Tunisi, angolo viale Vaticano, all’inizio della scalinata (si entra alle 13.30, si raccomanda la puntualità).

Il costo della visita per i soci è di 38 euro e comprende:

- Biglietto di ingresso ai Musei Vaticani 21 euro (17 euro + 4 di prevendita).

- Per i nuovi soci:

40 euro (comprende anche il costo della tessera WelcRome 2023).

La durata approssimativa della visita è di 3 ore.

La prenotazione è OBBLIGATORIA per cui scriveteci il vostro NOME, COGNOME, NUMERO DI PARTECIPANTI ED UN VOSTRO CONTATTO TELEFONICO via

WhatsApp al 340.4167620 (Girolamo) o via mail a

romawelcrome@gmail.com


Sabato 26 - Villa Farnesina su Via Lungara: le delizie del Rinascimento

Villa Farnesina-meraviglioso esempio di architettura rinascimentale all'interno di un bellissimo parco nel cuore di Trastevere- fu commissionato dal banchiere Agostino Chigi all’architetto Baldassarre Peruzzi nei primi anni del 1500. Vi lavorarono i più importanti artisti del periodo, come Raffaello e Sebastiano del Piombo e conserva al suo interno affreschi memorabili, tra cui quelli della Loggia di Amore e Psiche, straordinario cantiere raffaellesco (in collaborazione con Giulio Romano, Francesco Penni e Giovanni da Udine).

Magnifico il piano nobile, con la Sala delle prospettive di Baldassarre Peruzzi e la camera da letto di Agostino Chigi e Francesca Ordeaschi dipinta da Giovanni Antonio Bazzi, detto il Sodoma.

Risparmiata dalle turbinose vicende e dai numerosi passaggi di proprietà, la Villa reca oggi il nome e la memoria della famiglia Farnese, a cui pervenne nel 1579.

L'appuntamento è alle 10.45 davanti l'ingresso su Via Lungara 230.

Durata: 1h e 30'

Il biglietto di ingresso è di 10 euro; per eventuali riduzioni si veda questo link:

https://www.villafarnesina.it/?page_id=31

+

quota della visita guidata e delle radioline per il gruppo è di 12 euro per i nostri soci;

17 euro per i nuovi soci da tesserare/rinnovare per il 2022.

Totale soci: 22 euro

Totale nuovi soci: 27 euro

Sconti per bambini e studenti.

I posti sono limitati, affrettatevi a prenotare!

La prenotazione è OBBLIGATORIA per cui scriveteci il vostro NOME, COGNOME, NUMERO DI PARTECIPANTI ED UN VOSTRO CONTATTO TELEFONICO a:

romawelcrome@gmail.com

sms/whatsApp 329. 7348424




Sabato 26 - Villa del Priorato di Malta all’Aventino: apertura speciale

E’ con piacere che vi proponiamo questa visita guidata in un luogo solitamente non accessibile al pubblico: la villa del Priorato o villa Magistrale, sede storica dell’ambasciata del Sovrano Militare Ordine di Malta. Un’occasione per visitare un luogo che vediamo da fuori, spesso in fila per guardare da quel famoso “buco della serratura” ma a cui non possiamo accedervi perché un alto muro ci separa dall’interno.

ll complesso della villa rappresenta una importantissima testimonianza dell’unica opera architettonica realizzata dal grande architetto Giovanni Battista Piranesi. Fu il cardinale veneziano Giambattista Rezzonico, Gran Priore dell’antico Ordine Ospedaliero e nipote di papa Clemente XIII a commissionargli, nel 1765, la ristrutturazione del complesso cinquecentesco di proprietà dei Cavalieri di Malta. L’architetto veneziano ne tirò fuori un apparato scenografico con rimandi all’arte egizia, etrusca oltre che naturalmente romana.

 

Appuntamento: alle 12.15 a Piazza dei Cavalieri di Malta.

Quota: 20 euro per i soci; (comprende il biglietto d’ingresso, la visita guidata e gli auricolari);

23 euro per i nuovi (che riceveranno la nostra tessera associativa per tutto il 2023).

Durata della visita: 1h e 30' circa.

Per partecipare:

via sms o WhatsApp al 347.1329196 (Paola) o tramite email: romawelcrome@gmail.com


Domenica 20 - Il Mausoleo di Sant'Elena e le Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro

Domenica 20 novembre alle 10 visiteremo le Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro e il Mausoleo di Sant’Elena sulla via Casilina, completamente restaurato e riaperto al pubblico nel 2021.

Nel 329 d.C. muore Elena, madre dell’imperatore Costantino, legata, secondo la tradizione, al ritrovamento della Vera Croce in Palestina. Costantino edificò, tra il 315 e 325 d.C., questo mausoleo a lei destinato al III° miglio della via Labicana, oggi via Casilina, nella località “Ad Duas Lauros. L’enorme monumento circolare, fu costruito inglobando frammenti di anfore per alleggerire le murature; per questo motivo la struttura nel Medioevo fu soprannominata la “torre delle pignatte” ed è per questo edificio che il quartiere di Torpignattara deve il suo nome. All’interno del Mausoleo alloggiava lo splendido sarcofago di Sant’Elena in porfido rosso, oggi conservato nella Sala a Croce Greca nei Musei Vaticani .

Il Mausoleo era collegato ad una grande basilica circiforme, dedicata ai Santi martiri Marcellino e Pietro. Dalla basilica si accedeva anche alle catacombe sotterranee, scavate tra III e IV secolo, le terze per estensione a Roma (18.000 ettari per 16 metri di profondità), tra le più belle a Roma per la ricchezza di affreschi e decorazioni, che visiteremo prima di entrare nel Mausoleo.

 

Appuntamento: alle 9.45 all’entrata del Complesso delle Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro in via Casilina 641 (subito prima di Villa De Sanctis, fermata Berardi del trenino Roma-Giardinetti o con bus 105), si comincia alle 10.

Quota: 13 euro per il biglietto Catacombe e Mausoleo + 10 euro contributo visita guidata per i soci, 15 per i nuovi con tessera annuale di WelcRome

Durata: 1 ora e 30 minuti.

 

Per prenotarsi:

sms/whatsApp 340.4167620 (Girolamo)

romawelcrome@gmail.com


Domenica 20 - Alla scoperta di Palazzo Patrizi Montoro: un invito a casa del Marchese

Siamo lieti di farvi un invito molto speciale: Domenica 20 Novembre andremo in visita a Palazzo Patrizi in Piazza San Luigi dei Francesi, guidati dal padrone di casa, il Marchese Corso Patrizi Naro Montoro, la cui famiglia abita il palazzo dal Seicento.

La famiglia Patrizi è di origini senesi ma imparentata con molte famiglie romane, tra cui i Marchesi Naro, ed è custode del celebre Vessillo di Santa Romana Chiesa, consegnato dal Papa Urbano VIII nel 1603.

Visiteremo la Pinacoteca del Tesoriere, una ricca quadreria rimasta intatta dalla fine del Settecento. Allestita dai tesorieri del papa Costanzo e Giovanni Battista Patrizi, conserva capolavori quali il San Girolamo del Guercino, il Ratto di Europa di Francesco Albani, alcuni paesaggi di Paul Brill. Tra gli altri ambienti, ammireremo la Sala da ballo, la Sala Verde, la Sala Rossa e la Cappella privata.

Lontano dai più classici circuiti turistici, Palazzo Patrizi è un angolo nascosto di Roma che apre a gruppi solo su richiesta e nel quale ci si immerge in un'atmosfera che solo una dimora storica ed ancora abitata può offrire. Vedremo un’eccezionale collezione di dipinti, sculture ed arredi originali ed ascolteremo le storie della famiglia e le sue vicende storiche legate a Roma dalla viva voce del Marchese...

 

Appuntamento sotto al Palazzo, di fronte la chiesa di San Luigi dei Francesi alle 10.15.

Quota: 30 euro (biglietto di ingresso ed il tesseramento a WelcRome compreso).

Durata: 2h circa

Per partecipare:

romawelcrome@gmail.com

sms/whatsApp 329.7348424


Sabato 19 - Un regalo per i nostri soci: visita guidata ai tesori della Basilica di San Pietro!

Ecco il nostro regalo di quest'anno per i nostri soci!

Sabato 19 novembre visiteremo infatti la basilica di San Pietro in Vaticano.

L’attuale edificio, il più grande tempio cristiano del mondo, sorge sul luogo dove secondo la tradizione fu sepolto l’apostolo Pietro, nel 64 o nel 67 d. C. durante le persecuzioni contro i cristiani sotto l’imperatore Nerone.

La basilica fu voluta da papa Giulio II della Rovere nel 1506; due anni dopo lo stesso papa chiamò Michelangelo per affrescare la volta della cappella Sistina.

Per costruire la basilica furono chiamati i più grandi artisti del Rinascimento: Bramante, Raffaello, Antonio da Sangallo il Giovane e Michelangelo che ideò la grandiosa cupola, simbolo di Roma e della cristianità. Infine, fu consacrata da papa Urbano VIII nel 1626.

Il celebre colonnato, con l’abbraccio della Chiesa a suoi fedeli, fu realizzato da Bernini in epoca barocca.

All’interno della basilica potremmo ammirare la Pietà Vaticana, primo capolavoro romano di Michelangelo, scolpito a soli 23 anni; il baldacchino in bronzo, costruito da Bernini che sovrasta l’altare principale e la tomba di Pietro; la cattedra di S. Pietro, spettacolare macchina scenica ideata sempre da Bernini, posta nell’abside della basilica e molto altro ancora.

 

Appuntamento: alle ore 14.45 sotto l’obelisco Vaticano al centro di piazza San Pietro.

IMPORTANTE:

L’ingresso alla basilica è gratuito ma bisogna aggiungere 1,50 euro per il noleggio degli auricolari e della radio, obbligatori per le visite guidate.

Quota: gratuita per i nostri soci;

10 euro (compreso 1,50 euro per gli auricolari) per i nuovi soci che riceveranno la tessera WelcRome 2023.

Durata della visita: 1 ora e 30 circa.

 

Per prenotarsi:

sms/WhatsApp al 340.4167620 (Girolamo) o mail a romawelcrome@gmail.com



Sabato 19 -Visita ai capolavori di Palazzo Barberini e al suo giardino

L'imponente palazzo fu edificato a partire dal 1627 inglobando un preesistente edificio appartenente alla famiglia Sforza e divenne sede della Galleria Nazionale d'Arte Antica nel 1893. Il progetto fu iniziato nel 1627 dall'architetto Carlo Maderno ma due anni dopo, in seguito alla sua morte, passò nella mani di Gian Lorenzo Bernini, all'epoca trentunenne, coadiuvato da Francesco Borromini. L'ambiente più importante del palazzo è certamente il Salone con la grandiosa volta affrescata dal pittore Pietro da Cortona, che con il Trionfo della Divina Provvidenza rappresenta la gloria spirituale e temporale della famiglia Barberini. La Galleria è ricchissima soprattutto di dipinti del XVI e XVII secolo tra i quali troviamo la Fornarina di Raffaello, la Giuditta che taglia la testa ad Oloferne ed il Narciso del Caravaggio oltre a numerosi altri capolavori usciti dal pennello di maestri come Andrea del Sarto, Tiziano, il Sodoma, Giulio Romano, il Tintoretto, Guercino ed il Lanfranco...

 

L'appuntamento è nel cortile di ingresso su via delle Quattro Fontane 13 alle ore 15.50, la visita inizierà alle 16.

Biglietto di ingresso: 12 euro (valido 20 giorni anche per l’ingresso a Palazzo Corsini) +

13 euro per la visita guidata di 1 ora e 30 minuti e le radioline per il gruppo per i nostri soci;

18 euro per i nuovi, che riceveranno la tessera WelcRome.

Totale soci: 25 euro

Totale nuovi soci da tesserare: 30 euro.

Per qualsiasi informazione e per prenotazioni con il vostro NOME, COGNOME, UN CONTATTO TELEFONICO ED IL NUMERO DI PARTECIPANTI: romawelcrome@gmail.com oppure sms/whatsApp al 329.7348424



Sabato 19 - Un tour completo a Palazzo Colonna e ai suoi giardini


Siamo lieti di invitarvi in un luogo meraviglioso, un autentico gioiello del Barocco romano: Palazzo Colonna! Entreremo in tutti gli ambienti visitabili: la straordinaria Galleria, gli Appartamenti della Principessa Isabelle (Sala del Vanvitelli, Sala delle Feste, Sala della Fontana, Sala del Dughet, Sala del Mascherone) il Padiglione Pio (Sala della cornucopia, Sala del baldacchino, Galleriola, Sala delle maioliche) ed il magnifico Giardino che sale fino alle pendici del Quirinale. Da lassù ammireremo uno splendido panorama su Roma!

La Galleria fu commissionata a metà Seicento dal Cardinale Girolamo I Colonna e dal nipote Lorenzo Onofrio e fu ideata come grande sala di rappresentanza per celebrare degnamente la vittoria della flotta cristiana sui turchi alla battaglia di Lepanto del 1571. Il comandante della flotta pontificia era infatti Marcantonio II Colonna e viene raffigurato in vari momenti su tutta la volta della Sala Grande della Galleria e nella Sala della Colonna Bellica.

Nella collezione di famiglia troviamo capolavori di eccellenza assoluta ad opera dei maggiori artisti italiani e stranieri tra il XV e il XVI secolo tra cui Pinturicchio, Cosmè Tura, Annibale Carracci, Guido Reni, Tintoretto, Salvator Rosa, Bronzino, Guercino, Veronese.

 

Appuntamento: alle 12.45 davanti l'ingresso su Piazza SS. Apostoli 66, si entra alle 13.

Quota: 25 euro per il biglietto di ingresso + 15 euro per la visita guidata ed il tesseramento/rinnovo a WelcRome 2022.

Durata: 2h

NB: I posti sono limitati, affrettatevi a prenotare!

Per partecipare scriveteci il vostro nominativo ed un contatto telefonico alla nostra email:

romawelcrome@gmail.com

oppure sms/whatsApp al 329.7348424

 

Se volete dare un'occhiata alle bellezze del palazzo vi consigliamo questo breve video con un'intervista alla direttrice Patrizia Piergiovanni:

https://www.youtube.com/watch?v=wgtuEYdWArc




Venerdì 18 - Visita guidata ai gioielli della Galleria Borghese


Visiteremo la splendida collezione della Galleria Borghese; il Casino che la ospita, immerso nel verde di Villa Borghese, fu costruito agli inizi del 600 per volere di Scipione Caffarelli Borghese (1557-1633), cardinal nipote di papa Paolo V (1552-1621). Il Cardinal Borghese fu capace di radunare attorno a sé una delle più prestigiose raccolte private del mondo.

Tra i capolavori che ammireremo, spiccano su tutti l’Apollo e Dafne, Il David e il Ratto di Proserpina del genio barocco Gian Lorenzo Bernini; la Madonna dei Palafrenieri, David con la testa di Golia e Il Giovane con canestro di frutta di Caravaggio; la Deposizione Borghese di Raffaello, l’Amor sacro e l’Amor profano di Tiziano e tanto altro ancora.

 

L’appuntamento è per le 16.30 di fronte all’ingresso della Galleria Borghese.

Quota: Biglietto di ingresso (15 euro) + quota della visita guidata:

15 euro per i nostri soci;

20 euro per i nuovi (tesseramento WelcRome 2022 compreso).

Durata: 2 ore

La prenotazione è OBBLIGATORIA per cui scriveteci il vostro NOME, COGNOME, NUMERO DI PARTECIPANTI ED UN VOSTRO CONTATTO TELEFONICO alla nostra email:

romawelcrome@gmail.com

oppure mediante WhatsApp al 3404167620 (Girolamo)



Venerdì 18 - Porta Asinaria - apertura speciale - Entrata gratuita con MicCard


Vedremo finalmente da vicino questa magnifica porta delle Mura aureliane, una tra le più belle ed imponenti di Roma!

Porta Asinaria è una porta delle Mura aureliane, posta a pochi metri di distanza da Porta San Giovanni. Il nome Asinaria si deve all'antica via Asinaria, che esisteva già molto prima della stessa cinta muraria, ed era un percorso di secondaria importanza, legato soprattutto al traffico locale: per questo, venne realizzata una porta ad un solo fornice nello spazio interposto tra due torri quadrangolari. La Porta, tra l'altro molto ben conservata, risale al periodo della costruzione delle mura, edificate tra il 270 e il 273 dall'imperatore Aureliano.

L’importanza della Porta crebbe soprattutto a partire dal IV secolo, probabilmente per la vicinanza della sede episcopale del Laterano. Nella ricostruzione onoriana (inizi V secolo), Porta Asinaria venne monumentalizzata con la costruzione di due torri semicircolari che si affiancarono alle preesistenti torri quadrate, da allora riutilizzate come vani scala.

la porta venne abbandonata e chiusa nel 1574, sostituita dalla vicina Porta S. Giovanni, che venne inaugurata l’anno seguente in occasione del Giubileo. Prima del completo abbandono, il fornice della porta venne completamente spogliato del rivestimento in travertino e delle soglie. Avremo modo di vedere l’interno di una delle antiche porte della città e di ripercorrere un tratto dell’antico camminamento di ronda delle mura difensive.

 

Appuntamento: alle 15.00 davanti alla COIN di San Giovanni

Quota: 10 euro per i nostri soci;

15 per i nuovi (che riceveranno la nostra tessera associativa)

Durata della visita: 1 h e 15' circa

PRENOTAZIONE ENTRO IL 15/11

Per partecipare:

sms o whatsapp al 347.1329196 (Paola)

o inviando un'email a: romawelcrome@gmail.com


Domenica 13 - Caravaggio e Giordano Bruno: La nuova arte, la nuova conoscenza

Faremo una passeggiata tra San Luigi dei Francesi e Campo de' Fiori ispirati dalla forza rivoluzionaria di Caravaggio e Bruno. Ammireremo la cappella, acquistata dal cardinale Mathieu Cointrel nel 1565, che ospita tre dei più celebri dipinti di Caravaggio: la Vocazione san Matteo, il Martirio di san Matteo e il San Matteo e L'Angelo. Scopriremo i due giganti dell’arte e del pensiero accomunati dalla ricerca incessante, l’uno attraverso la pittura, l’altro mediante la filosofia, di uno nuovo concetto di verità nell'arte e nel pensiero.

 

L'appuntamento è davanti la chiesa di San Luigi dei Francesi alle 17:00

Ammireremo la straordinaria Cappella Contarelli di Caravaggio e poi ci sposteremo a Campo de' Fiori.

Quota: 12 euro per i soci;

17 per i nuovi.

Durata: 1 ora e 30 minuti circa

Bambini e ragazzi fino ai 18 anni: 6 euro; gratis per i bambini sotto i 6 anni.

Il numero dei posti è limitato e la prenotazione è OBBLIGATORIA con nome, cognome, numero di partecipanti ed un contatto telefonico alla nostra email:

romawelcrome@gmail.com

o è possibile prenotare scrivendo un messaggio o telefonando al 349.8502418

La visita guidata è a cura di Annalisa Gonnella, dottoressa in Filosofia.



Domenica 13 - San Clemente: tutte le epoche storiche di Roma


Via San Giovanni in Laterano è una strada del centro storico di Roma, nel rione Monti, che collega il Colosseo a piazza San Giovanni in Laterano. Dal 2007 è ufficialmente riconosciuta come "gay Street" di Roma, sull'esempio di altre strade e quartieri nelle capitali europee.StoriaLa via costituiva l'ultimo tratto della via Papalis, ovvero il tragitto percorso dal corteo pontificio in occasione dell'insediamento del nuovo pontefice da San Pietro alla basilica di San. Giovanni in Laterano.Venne ampliata e selciata nel 1588 da papa Sisto V che volle aprire una grande arteria di collegamento tra il Colosseo ed il Laterano. In seguito alle comodità apportatevi da Sisto V, la via si popolò e divenne sede di importanti edifici, chiese e ville,



Domenica 13 - Villa Farnesina + l'Orto Botanico: un appuntamento straordinario tra arte, bellezza e natura


Domenica 13 Novembre vi proponiamo una visita guidata davvero speciale, anzi 2! Andremo nella meravigliosa villa Farnesina su Via Lungara e a seguire nel vicinissimo orto botanico.

La "villa delle delizie" a Trastevere fu commissionata dal banchiere Agostino Chigi a partire dal 1505 ai più importanti artisti del periodo, come Baldassarre Peruzzi, Raffaello e Sebastiano del Piombo e conserva al suo interno affreschi memorabili, come quelli della LOGGIA DI AMORE E PSICHE.

L'orto botanico è una vera e propria oasi di tranquillità: dodici ettari di verde con angoli suggestivi come il boschetto dei bambù ed il giardino giapponese, oltre la zona dedicata alle erbe officinali, la serra tropicale, il roseto ed il giardino di roccia...La passeggiata ci porterà alle pendici del Gianicolo, dal quale si gode un panorama sulla nostra città davvero incantevole!

 

L'appuntamento è alle 11.15 davanti l'ingresso su Via Lungara 230; faremo prima il tour guidato della villa e a seguire (dopo una pausa pranzo libera) andremo nell'orto botanico, con ingresso alle ore 14.

Il biglietto di ingresso a Villa Farnesina è pari a 10 euro (scontato a 9 per over 65enni, bambini e studenti);

Il biglietto per l'Orto Botanico è di 4 euro;

+ la quota prevista per la visita guidata compresa di radioline per il gruppo è di:

12 euro per i nostri soci;

17 per i nuovi (tesseramento 2022 compreso).

Totale soci: 28 euro

Totale nuovi soci: 33 euro

La prenotazione è OBBLIGATORIA per cui scriveteci il vostro NOME, COGNOME, NUMERO DI PARTECIPANTI ED UN VOSTRO CONTATTO TELEFONICO a:

romawelcrome@gmail.com

oppure sms/whatsApp 329.7348424



Sabato 12 - Bramante, Pinturicchio, Raffaello, Caravaggio e Bernini a Santa Maria del Popolo

Santa Maria del Popolo è un vero scrigno di storia e di capolavori: la tradizione vuole che in questa zona sorgesse il sepolcro della famiglia dei Domizi dove fu sepolto l’imperatore Nerone. Fu papa Pasquale II nel 1099 ad iniziare la costruzione di una cappella dove ora sorge la chiesa e nel 1235 papa Gregorio IX vi trasferiva dal Laterano l’immagine della Vergine dipinta secondo la tradizione da S. Luca, tuttora sull’altare maggiore. Già nel 1500 si ebbero i primi interventi e rifacimenti, Bramante realizzò il coro absidato a forma di conchiglia, mentre Raffaello si dedicava al progetto della Cappella Chigi. A partire dal 1490 Bernardino di Betto, detto “il Pinturicchio” comincia la decorazione della cappella Della Rovere ed assieme alla sua bottega procederà a decorare ad affresco molte delle cappelle e l'affresco della volta del presbiterio. Oltre all'incantevole cappella Chigi, disegnata da Raffaello Sanzio per Agostino Chigi tra il 1513 e il 1514 e restaurata da Bernini dal 1652 al 1656, visiteremo anche la straordinaria Cappella Cerasi con la 'Crocifissione di San Pietro' (1601), la 'Conversione di Saulo' (1600- 1601) di Caravaggio e l'Assunzione della Vergine di Annibale Carracci...

 

Appuntamento: davanti la chiesa alle ore 15.50. Quota: 12 euro per i soci; 17 per i nuovi (tesseramento compreso).

Durata: 1h e 30'

Per partecipare scriveteci il vostro nome, cognome, numero di partecipanti ed un contatto telefonico alla nostra email: romawelcrome@gmail.com

Vi aspettiamo!

Il numero dei posti è limitato e la prenotazione è OBBLIGATORIA con nome, cognome, numero di partecipanti, il giorno in cui si vuole partecipare ed un contatto telefonico alla nostra email:

romawelcrome@gmail.com

oppure sms/whatsApp al 329.7348424


Sabato 12 - Una passeggiata al Ghetto tra storia, arte, cultura e cucina ebraica

Il ghetto ebraico di Roma è tra i più antichi ghetti del mondo; è sorto infatti 40 anni dopo quello di Venezia che è il primo in assoluto. Il termine deriva dal nome della contrada veneziana, gheto, dove esisteva una fonderia (appunto gheto in veneziano), ove gli ebrei di quella città furono costretti a risiedere; un'altra possibile etimologia fa risalire l'origine di questa parola all'ebraico גט ghet (pl. גיטים ghittim o גיטין ghittin), che significa separazione.StoriaLe origini nell'era della ChiesaIl 12 luglio del 1555 il papa Paolo IV, al secolo Giovanni Pietro Carafa, con la bolla Cum nimis absurdum, revocò tutti i diritti concessi agli ebrei romani ed ordinò l'istituzione del ghetto, chiamato "serraglio degli ebrei", facendolo sorgere nel rione Sant'Angelo accanto al teatro di Marcello. Fu scelta questa zona perché la comunità ebraica, che nell'antichità classica viveva nella zona dell'Aventino e, soprattutto, in Trastevere, vi dimorava ormai prevalentemente e ne costituiva la maggioranza della popolazione.Oltre all'obbligo di risiedere all'interno del ghetto, gli ebrei, come prescritto dal paragrafo tre della bolla, dovevano portare un distintivo che li rendesse sempre riconoscibili: un berretto gli uomini, un altro segno di facile riconoscimento le donne, entrambi di colore glauco (glauci coloris). Nel paragrafo nove, inoltre, veniva loro proibito di esercitare qualunque commercio ad eccezione di quello degli stracci e dei vestiti usati. Da tale eccezione ebbe successivamente origine, in Roma, una tradizionale presenza degli ebrei nel campo del commercio dell'abbigliamento e di alcuni dei suoi accessori. Nella stessa bolla era loro proibito di possedere beni immobili. Ciò contribuì, a partire dagli ebrei dell'epoca, a rivolgersi verso i beni mobili per eccellenza: l'oro e il denaro. Da ciò ebbe origine quella liquidità che fu utile agli stessi papi per ottenere prestiti.


Venerdì 11 - Visita a Palazzo Spada: il Museo, Artemisia Gentileschi e la Galleria illusionistica di Borromini

Meravigliosa "quadreria" barocca in cui ancora si respira l'atmosfera delle dimore patrizie del Seicento, la preziosa collezione di opere artistiche e archeologiche della Galleria Spada nacque principalmente su impulso del Cardinal Bernardino (1594-1661). La nostra visita sarà dedicata principalmente alla biografia e all'opera della pittrice Artemisia Gentileschi (1593-1653).

Nel nostro itinerario di visita è compresa anche la splendida collezione del Museo (opere, tra le altre, di Andrea del Sarto, Tiziano, Annibale Carracci, Guercino, Guido Reni, Furini, Lavinia Fontana...) e la straordinaria Galleria prospettica di Francesco Borromini nel giardino del Palazzo a pochi passi da Campo de fiori.

 

L'appuntamento è su piazza Capodiferro 13 alle ore 17; la visita inizierà alle 17.15.

Quota: 20 euro per i soci (biglietto di ingresso + visita guidata);

25 euro per i nuovi (biglietto di ingresso + visita guidata + tesseramento 2022 a WelcRome).

Durata: 1h e 30'

Per partecipare scriveteci il vostro NOME, COGNOME, UN CONTATTO TELEFONICO, IL NUMERO DI PARTECIPANTI alla nostra email: romawelcrome@gmail.com

oppure sms/whatsApp al 329.7348424


Domenica 6 - Visita guidata alla Galleria Nazionale d'Arte moderna con ingresso gratuito alla Galleria

Visiteremo insieme la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea che custodisce la più completa collezione dedicata all’arte italiana e straniera tra il XIX e il XXI secolo.

"Tra dipinti, disegni, sculture e installazioni, le quasi 20.000 opere della raccolta sono espressione delle principali correnti artistiche degli ultimi due secoli, dal Neoclassicismo all’Impressionismo, dal Divisionismo alle Avanguardie storiche dei primi anni del Novecento, dal Futurismo e Surrealismo, al più cospicuo nucleo di opere di arte italiana tra gli anni ’20 e gli anni ’40, dal movimento di Novecento alla cosiddetta Scuola Romana.

Un altro importante nucleo è costituito da opere del periodo informale del secondo dopoguerra, da quelle della Pop Art e dell’Arte povera. La collezione comprende anche artisti del nostro tempo".

Ammireremo tra gli altri opere di Canova, De Chirico, Mondrian, Rodin, Pascali, Capogrossi, Fontana...

INGRESSO ALLA GALLERIA GRATUITO IN OCCASIONE DELLA DOMENICA AL MUSEO PROMOSSO DAL MINISTERO DELLA CULTURA

 

Appuntamento: alle ore 16 in cima alla scalinata di accesso al Museo, si inizia alle 16:15.

Quota della visita guidata: 12 euro per i nostri soci;

17 per i nuovi (tesseramento 2022 incluso). Sconti per bambini e ragazzi fino ai 18 anni.

Durata: 1h e 45' circa

Il gruppo sarà composto da max 15 persone.

Prenotazione obbligatoria con il vostro nome, cognome, numero di partecipanti ed un contatto telefonico alla nostra email:

romawelcrome@gmail.com

oppure con sms/whatsApp al 349.8502418 (Annalisa Gonnella)


Domenica 6 - Una passeggiata su Via dei Coronari e le meraviglie di Santa Maria della Pace

Visiteremo Santa Maria della Pace, capolavoro barocco al cui interno spiccano capolavori di Raffaello, Carlo Maderno e il chiostro del Bramante...A seguire faremo una suggestiva passeggiata su Via dei Coronari, senza dubbio la più rappresentativa tra le strade del Rinascimento a Roma ed arriveremo nella splendida Santa Maria della Pace. Lo scorso anno la rivista d’architettura ‘Architectural Digest’ ha inserito via dei Coronari nella classifica delle dieci strade più belle del mondo e non possiamo che confermarlo!

La strada offre suggestioni uniche in un intreccio indissolubile tra sacro e profano. Riprendendo l’antico tracciato romano della via Recta, dopo il definitivo insediamento dei papi in Vaticano divenne il principale collegamento tra San Pietro e il cuore della città. I pellegrini vi trovavano osterie, locande e negozi dove acquistare rosari (da qui il nome), crocefissi e false reliquie. Lungo la strada incontreremo prestigiosi palazzi nobiliari, dimore di celebri cortigiane e vi racconteremo tante curiosità anche dei vicoletti o di palazzi nei pressi della via che vale la pena di conoscere, come per esempio Palazzo Milesi, famoso per le sue pitture a monocromo sulla facciata...Venite a scoprire con noi questo percorso tra sacro e profano alla scoperta di incantevoli angoli nascosti e tante curiosità!

 

Appuntamento: davanti Santa Maria della Pace alle 10.50.

Quota: 11 euro per i nostri soci;

16 euro per i nuovi (tesseramento compreso).

Durata: 1h e 30'

Prenotazione obbligatoria con il vostro nome, cognome, numero di partecipanti ed un contatto telefonico alla nostra email:

romawelcrome@gmail.com oppure con sms/whatsApp al 329.7348424


Sabato 5 - Visita guidata al Mausoleo di S.Costanza e alla Basilica di S. Agnese fuori le Mura

Il Mausoleo di S.Costanza, capolavoro dell’architettura romana tardo-antica, fu realizzato sulla via Nomentana nel 340 d. C, in onore di Costanza, figlia dell’imperatore Costantino, per custodire il suo enorme sarcofago in porfido rosso, attualmente conservato nei Musei Vaticani. Nel Medioevo venne trasformato prima come battistero della vicina basilica di S.Agnese e in chiesa nel 1254. L’edificio è a pianta centrale e deriva chiaramente dai modelli classici del Pantheon e del Mausoleo di Augusto. La struttura, una splendida aula centrale coperta da una cupola sostenuta da 12 coppie di colonne, è decorata da magnifici mosaici del IV secolo d.C., tra i più antichi a Roma, con scene di vendemmia, tanto che nell’antichità fu chiamato erroneamente Tempio di Bacco. Visiteremo anche l’attigua Basilica di S.Agnese fuori le Mura, che conserva un importante mosaico absidale del VII secolo d.C. voluto da papa Onorio I, che fece erigere la nuova chiesa sulle ceneri dell’antica basilica costantiniana. Secondo la tradizione, Costanza era molto devota a S. Agnese e guarì da una terribile malattia pregando la Santa; proprio per questa ragione si scelse di realizzare il suo Mausoleo affianco all'antica basilica costantiniana di S.Agnese.

 

Appuntamento: alle 15.45 davanti all’entrata del Complesso del Mausoleo di S.Costanza e di S.Agnese fuori le Mura (via Nomentana 349, raggiungibile anche con la Metro B1, fermata S.Agnese/Annibaliano).

Quota: 10 euro per i nostri soci;

15 per i nuovi (che riceveranno la nostra tessera associativa).

Durata della visita: 1 ora e 30 circa

 

Per prenotarsi:

WhatsApp/sms al 340.4167620 (Girolamo) o email a romawelcrome@gmail.com


Sabato 5 - Le Macchine e gli Dei: visita alla Centrale Montermartini

La storia del museo inizia nel 1997 con il trasferimento nella centrale elettrica di una selezione di bellissime sculture e reperti archeologici dei Musei Capitolini. I vasti spazi della Centrale Montemartini, scanditi dai giganteschi macchinari superstiti, furono considerati più che mai adatti per sperimentare nuove soluzioni museografiche.

La Centrale Montemartini è uno straordinario esempio di riconversione in sede museale e il primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica.

 

Appuntamento: alle ore 16:45 davanti l'ingresso in Via Ostiense 106 - 00154 Roma

Biglietto di ingresso:

Il museo è gratuito con la MIC card

Biglietti:

intero € 10,00

ridotto € 9,00

Per i residenti in Roma Capitale e nell’area metropolitana (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza):

intero € 9,00

ridotto € 8,00

+

quota: 12 euro per i soci;

17 per i nuovi (tesseramento incluso).

Durata: 1 ora e 30 minuti circa.

Prenotazioni:

romawelcrome@gmail.com

349 8502418 telefono e messaggio whatsapp

Visita a cura di Annalisa Gonnella


Sabato 5 - Cripta dei Sacconi Rossi - Apertura speciale

L'Isola Tiberina è l'unica isola urbana del Tevere, nel centro di Roma.Nella Forma Urbis di età severiana viene riportato con la definizione di "inter duos pontes": è infatti collegata alle due rive del Tevere dal Ponte Cestio e dal Ponte Fabricio.StoriaLa leggenda vuole che l'isola si sia formata nel 510 a.C. dai covoni (i fasci di spighe) del grano mietuto a Campo Marzio, di proprietà del re Tarquinio il Superbo al momento della rivolta: alcuni studi proverebbero che l'isola ha origini molto anteriori all'evento. Poco coinvolta nelle vicissitudini della città, per questa ragione ospitò il tempio di Esculapio, dio della medicina, il cui culto fu introdotto nel 292 a.C. in seguito ad una pestilenza.Nella prima metà del I secolo a.C. venne monumentalizzata in opera quadrata, parallelamente alla costruzione dei ponti Fabricio e Cestio, e del Vicus Censorius che li collegava al suo interno: si riprendeva la forma di una nave, di cui oggi è ancora visibile la prua, con blocchi di travertino che rivestono l'interno in peperino, e alcune decorazioni raffiguranti Esculapio con il suo serpente e una testa di toro, forse utile per gli ormeggi.


Martedì 1 - Dall'Isola Tiberina al Ghetto

Il nostro tour partirà dall’Isola Tiberina, fino all’esplorazione dell’affascinante Ghetto ebraico in un percorso suggestivo e toccante.

L’isola Tiberina è l’unica isola urbana del Tevere e anche la più piccola isola abitata al mondo. Situata nel cuore di Roma, era considerata sacra agli antichi romani in quanto qui sorgeva il tempio di Esculapio una divinità di origine greca istruita alla medicina. Dopo la storia, le curiosità e gli aneddoti legati all’isola, la nostra passeggiata proseguirà nel cuore del Rione Sant’Angelo, il più piccolo fra i rioni romani noto soprattutto per essere stato il luogo della segregazione del popolo ebraico con la sua storia incredibile e i suoi tanti resti archeologici e storici, soffermandoci sui punti di maggior interesse.

 

Appuntamento: alle ore 10.15 davanti alla chiesa di San Bartolomeo all’Isola, si inizia alle 10.30.

Quota: 10 euro per i soci; 15 per i nuovi (tesseramento compreso).

Durata: 1 h e 45'

Per partecipare:

sms/WhatsApp al 347.1329196 (Paola) o email a: romawelcrome@gmail.com 


CALENDARIO EVENTI